Mille palloncini colorati e..un sogno.

Padre Adelir Antonio de Carli, prete brasiliano di quarantuno anni, aveva un sogno.
Sognava di costruire una grande area e dei locali da adibire a “ristoro spirituale”, così da poter fare bene il suo lavoro; redimere tanti camionisti e tanti peccatori, anche i più incalliti.
Ma, occorrevano tanti soldi che lui non aveva , però , aveva delle idee e, una su tutte, che la maniera più efficace e veloce per fare cassa era quella di stabilire un primato.
Un record avrebbe attirato l’attenzione della pubblica opinione e ,con essa ,beneficenza, erogazioni liberali, donazioni e quanto di più utile alla sua causa.
38140203
Padre Antonio, già definito “incosciente” dal proprio istruttore di volo che, lo aveva espulso anche dalla scuola per atti di indisciplina e per aver messo più volte in pericolo la sua vita in volo, decise che avrebbe tentato di battere il record di 19 ore di volo, attaccato a mille palloncini colorati e gonfiati ad elio e percorrere così la distanza di 750 km.
Prima della grande impresa, “il prete volante” , sperimentò con successo il volo coi palloncini , infatti nel gennaio 2008, fece un giretto di quattro ore dal sud del Brasile fino all’Argentina. Tutto era andato alla perfezione e lui era diventato quasi un esperto, impadronendosi , una volta decollato, degli unici comandi possibili: prendere quota e far scoppiare i palloncini per virare o compiere altre manovre nel vento.
Il giorno 20 aprile del 2008, celebrò messa e, nel primo pomeriggio, nonostante la pioggia fine e il vento forte, indossò la tuta termica, prese un GPS e due telefonini e con i suoi mille palloncini si alzò in volo verso il cielo per cogliere il nuovo record di permanenza in volo.
Ma, come accade solo in alcune storie, il vento cambiò direzione e, invece di accompagnarlo sull’asse litoraneo lo condusse in mare aperto.Verso l’infinito.
balloonpriestdm_468x339
Padre Antonio smanettò inutilmente per ore sul Gps che non sapeva usare, mentre le pile dei suoi cellulari cominciarono scaricarsi e, invece di paracadutarsi in mare e farsi salvare,come avrebbe fatta la maggioranza degli umani, tentò il tutto per tutto continuando la sua avventura e confidando nella fede che lo sorreggeva.
Solo dopo otto ore, il suo navigatore mandò un segnale alle autorità portuali presenti al campo base del porto di Paranagua, punto di partenza, poi, il nulla.
Quel nulla si protrasse per 90 giorni, l’unico cenno,dopo qualche giorno dalla partenza, una sessantina di palloni che furono avvistati galleggiare al largo delle coste brasiliane.
Sarebbe bello a questo punto della storia dire che Padre Antonio fu ritrovato su di un isola deserta, magari, con 10 fratture o che lo avevano avvistato intrappolato su una montagna , niente di tutto questo.Nessun lieto fine e, non ci fu alcun miracolo.
Forse il Signore non fu benevolo o forse l’impresa in sé era troppo ardua, qualcuno disse , addirittura , che il “prete volante” era stato uno stupido che è andato incontro ad un suicidio sicuro, comunque sta di fatto che, Padre Antonio terminò la sua avventura dopo tre mesi e a circa 1500 km da Paranagua, il luogo da cui era decollato.
WINART-32164_prete_volante01g
Un rimorchiatore della compagnia petrolifera brasiliana Petrobas, il 30 luglio del 2008, raccolse i suoi resti ancora imbragati nel paracadute, chiudendo definitamente così la storia un po’ bizzarra di quel prete che, “stupidamente”, smise di avere paura come tutti gli uomini e si affido’ senza remore a mille palloncini colorati e ad una sua profonda convinzione : sia fatta la volontà di Dio.
flying-with-balloons

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...