Messaggi in bottiglia.

Qualcosa di scritto, arrotolato e affidato ad una bottiglia nel mare magnum dell’era web 3.0

Una bottiglia trasparente con un appunto in cerca di qualcuno ma, che, il mare, potrebbe trattenere per sempre, spiaggiare e ricoprire di sabbia o più, semplicemente, indirizzare verso Capo Horn. L’infinito.

Caso, fortuna, tempeste, indifferenza o un tappo malfermo: il destino che gioca una partita senza pari.

Ma le parole rimangono anche senza un destinatario che le legga.

S’infilano indenni tra le eliche delle imbarcazioni, fluttuano tra alghe e pesci sonnacchiosi e sono capaci di virare di colpo evitando lo sciabordio delle onde o le buie profondità.

Un urlo, una burla, un amore finito o infinito ma anche un addio alla vita o una semplice considerazione, costituiscono, comunque, la dignità delle parole ed il loro potere immaginifico.

Ci sono mille modi di essere o sentirsi schiavi ,oggi , ma, le parole, il pensiero lanciati in mare e nel vento, ci rendono liberi, infinitamente liberi.

Annunci